Percorso di navigazione: L’Istituto -> La nostra storia
Seguici anche tramite:Gruppo Google dell'IstitutoFeedRSSCanale Youtube de La Fornace

.

Condividi su:


Dai fogli di carta al montaggio computerizzato:
l’Istituto cinematografico “La Fornace”

Come tutte le cose, l’Istituto cinematografico “La Fornace” nasce da una scommessa tra amici, una volontà di fare qualche cosa mai visto e mai fatto.
Di film, di certo non si puà dire che l’Istituto sia stato il primo a mettere su pellicola la realtà che ci circonda; oltre ad essere una bestialità dal punto di vista storico, sarebbe una blasfemità nei confronti dei veri pionieri del cinema, sperando che i fratelli Lumiére non si stiano già rivoltando nella tomba con il nostro operato.
La novità che sicuramente abbiamo reso reale è stata la diffusione del mondo cinematografico e audio-video in genere in un luogo della nostra Italia, quale Allerona Scalo, non avvezza a questo tipo di intrattenimento.
Perciò il nome, “La Fornace”, di un istituto che vuole staccarsi dalla massa ma legato allo stesso tempo alle proprie origini; l’origine di tutto, dopo la stazione ferroviaria, oramai ricordo di anziani, e di altri ben pochi nativi.
Così si è partito, dai fogli di carta usati come titoli di coda delle prime riprese di “Terra Bruciata”, primo film prodotto dall’Istituto e che ha visto in regia gli ormai noti co-registi Tom Seas e Ono Bandana, ai più moderni sistemi, sia di ripresa, che di montaggio.
Ma dal 2004 ad oggi, “La Fornace” non rappresenta solo il legame tra la Stazione di Allerona e il buon cinema, un po’ artigianale, un po’ professionale, ma un vero è proprio Istituto, al passo con i tempi, pronto a produrre non solo film, ma anche cortometraggi, riprese di eventi, promo, videoclip, e ogni quant’altro abbia a che fare con le immagini video e la telecamera.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>